Lawrence Carroll_Yellow works Wilhelm Mundt_Yellow Murano glass scultpures
11 Oct 2010—31 Jan 2011

Lawrence Carroll_Yellow works Wilhelm Mundt_Yellow Murano glass scultpures

11 Oct 2010—31 Jan 2011
Comunicato stampa

Più di tutto, i quadri-scultura di Lawrence Carroll (*1954) si compongono di un colore delicato e contenuto. Per questa esposizione l’artista americano presenta un nuovo gruppo di opere il cui punto di partenza è, per la prima volta, un forte giallo. Questo ocra concilia le immagini di luce, sole e calore, ma suggerisce anche altre possibili letture.

Per Lawrence Carroll il giallo agisce più di tutto sulla parte emotiva dell’osservatore a sua volta attratto alle opere in modi diversi. Le associazioni e il significato di questo colore non sono statiche o specifiche, sono molto ampie e ambigue. Sono stati i dipinti in giallo “burroso” di Giorgio Morandi del 1952 a spronare Carroll a lavorare con questa tonalità.

Nel 1984 Carroll aveva già realizzato qualche dipinto in giallo in reazione ai Black Paintings di Frank Stella, artista del quale Carroll riteneva il linguaggio restrittivo. Dove Stella asseriva “What you see is what you get” (ciò che vedi è ciò che cogli), Carroll rispondeva, attraverso l’utilizzo intenzionale di un colore –il giallo- il cui significato non poteva essere fissato precisamente, “What you see is not what you get” (ciò che vedi non è ciò che cogli).

 

Nelle sue Trashstones Wilhelm Mundt (*1959) comprime materiali sempre diversi realizzando volumi amorfi. Dalle molteplici fasi di lucidatura risultano delle aree casuali che sembrano offrire una vista dentro le pietre. Queste trasparenze apparenti hanno interessato l’artista inducendolo a sperimentare con elementi che gli permettessero di addentrarsi nel cuore delle forme.

Lavorare il cristallo di Murano ha dato a Mundt l’opportunità di permettere questa vista nell’interno della forma, di illustrare il centro, in maniera di modello, come è.

É interessante notare come, nel caso delle pietre di vetro, le innumerevoli rifrazioni della luce permettono solo delle supposizioni sulla forma dei pezzi di vetro di scarto colorato raccolti al centro. Riflettono l’interesse di Mundt in tutto quanto è misterioso, nelle cose per le quali l’artista non trova le parole per esprimerle, cose che lo toccano nel cuore.

 

 

Per ulteriori informazioni non esitate a contattare direttamente la galleria:

Buchmann Galerie, Via Gamee 6, 6927 Agra

Tel.: 091 980 08 30, E-mail: buchmann.lugano@bluewin.ch

Lawrence Carroll

Born 1954 in Melbourne, died 2019 in Cologne.

Education
1980 Otis Art Institute, Los Angeles, CA
1976 - 80 Art Center College of Design, Pasadena, CA
1974 - 76 Moorpark College, CA
 

Solo Exhibitions

2020
2019
2017
2013
2012
2011
2010
2009
2008
2007
2006
2005
2004
2003
2002
2001
2000
1999
1998
1997
1996
1995
1994
1993
1992
1991
1990
1989
1988

Group Exhibitions

2020
2019
2018
2017
2016
2015
2013
2012
2011
2010
2009
2008
2007
2006
2005
2004
2003
2002
2001
2000
1999
1998
1997
1996
1995
1994
1993
1992
1991
1990
1989
1988
1987
1986
1985
Selected Collections

Guggenheim Museum, New York
Museum of Contemporary Art MOCA, Los Angeles
Los Angeles County Museum of Art, Los Angeles
Museum of Fine Arts, Houston

Museum of Contemporary Art, San Diego

Margulies Collection, Miami

Hall Collection, Vermont

Rubell Family Collection, Miami
Chase Manhattan Bank, New York
Kunstmuseum Stuttgart

Städtisches Museum Abteiberg, Mönchengladbach

Kunstmuseum Kloster unser lieben Frauen, Magdeburg
Kunsthalle Mannheim

Sammlung Wemhöner, Herford/Berlin, Germany

Schaufler Foundation Schauwerk Sindelfingen, Germany
LAC Lugano Arte e Cultura, Switzerland

Museo die Arte Moderna e Contemporanea di Rovereto MaRT, Italy
Palazzo Ducale, Sassoulo, Italy (permanent installation)

Panza Collection, Mendrisio, CH

Villa Panza, Varese, Italy (permanent installation)
Hotel Des Arts, Toulon, France
La Certosa di San Lorenzo, Padula, Italy              
Es Baluard Museu D'Art Modern I Contemporani De Palma, Palma de Mallorca, Spain

EMMA Museum, Espoo, Finland
Sara Hilden Art Museum, Tampere Finland

Fundación Jumex Arte Contemporáneo, Mexico City
Museo de Bellas Artes, Caracas
National Museum of Modern Art, Tokyo

Art Gallery of New South Wales, Sydney, Australia

Shanghai Long Museum, China

Wilhelm Mundt

Born 1959 in Grevenbroich. Lives and works in Rommerskirchen, Cologne and Dresden.

 

2009 -Professorship at University of Fine Arts, Dresden

 

1989 - 91Teaching assignment at Kunstakademie Düsseldorf

Education
1979 - 86 Kunstakademie Düsseldorf
Grants and Awards
2007 Jack Goldhill Award for Sculpture, Royal Academy of Arts, London
1986 Scholarship Kunstfonds e.V., Bonn

Solo Exhibitions

2021
2017
2016
2015
2013
2012
2011
2010
2009
2007
2006
2003
2002
2000
1999
1997
1996
1995
1994
1993
1992
1990
1989
1988
1986

Group Exhibitions

2020
2019
2018
2017
2016
2015
2013
2012
2011
2010
2009
2008
2007
2006
2005
2004
2003
2002
2001
2000
1999
1998
1997
1996
1995
1994
1993
1992
1991
1990
1989
1988
1987
1986
1985
Selected Collections

Kunstmuseum Bonn

Lehmbruck Museum, Duisburg

Museum Kunstpalast, Düsseldorf

Kunstmuseum St. Gallen

Margulies Collection, Miami

Société Générale Collection, Paris

Universität Bayreuth

MunichRe, München

Vestas, Aarhus